STATUTO - www.amm-modellismo.org

Vai ai contenuti

STATUTO


A. M. M. a.s.d.
ASSOCIAZIONE  MODELLISTI  MILANO
Associazione Sportiva Dilettantistica
1° Base Nautica Presso Obbiettivo GardenVia Ripamonti 549 Milano

2° Base Nautica presso vasca Malaspona Via Bobbio Malaspina di Pioltello (MI)


Sede: Via Padre Massimiliano Kolbe, 12
20137 Milano
C.F. 9739970150    
tel.: 349-7190993  
Email  amm.milanomodellismo@gmail.com
               
www.amm-modellismo.org


STATUTO

della  A.M.M. a.s.d.
Associazione Modellisti Milano – associazione sportiva dilettantistica


Aggiornato con Assemblea Straordinaria del     25  Aprile  2009
ai sensi del D.L. n° 460/97, della L.R. n° 28/96 e art. n° 90 L. 289/2002




Articolo  1

COSTITUZIONE

È costituita, con sede in Milano o nella sua Provincia, un'Associazione indipendente per cultura, formazione, informazione e divulgazione di modellismo, statico e dinamico in ogni sua specializzazione, con la denominazione ufficiale di
  A.M.M. a.s.d.
- Associazione Modellisti Milano: detta associazione è senza scopo di lucro ed è un' Associazione Sportiva Dilettantistica ai sensi della Legge Regionale 1/2008.

Articolo  2

FINALITA'

1)   La A.M.M. a.s.d., nella piena indipendenza da partiti e da associazioni politiche, ha per unico scopo la diffusione, l'informazione, l'insegnamento e l'attività tecnico-sportiva nel settore del modellismo statico e dinamico in tutte le sue varie specialità al fine di indirizzare i giovani verso un hobby sano ed intelligente.

2)   L'associazione si ispira al principio delle pari opportunità tra uomo e donna e rifiuta qualsiasi discriminazione dovuta a razza, ceto e religione. E' sancita la tutela dei diritti inviolabili della persona.

3)   La A.M.M. a.s.d. si potrà riconoscere nelle Federazioni Nazionali e Internazionali ottenendone l'affiliazione, qualora ne esista la possibilità, e facendo propri i regolamenti e le disposizioni delle stesse.

4)   Quale fine, la A.M.M. a.s.d. organizza convegni, mostre, gare, manifestazioni ed altre attività affini al modellismo che il C.D. (Consiglio Direttivo) riterrà opportuno per il raggiungimento dello scopo sociale.

Articolo  3

OMOGENEITA'

La A.M.M. a.s.d. afferma, sotto l'aspetto strutturale, la sua omogeneità e indipendenza.
La sua funzionalità viene però estesa alla effettiva collaborazione continuativa ed aperta con le singole sezioni o specialità, come alle sezioni e specialità di altre Associazioni, nelle quali verrà garantita la necessaria indipendenza operativa nello svolgimento delle proprie attività sportive, hobbistiche e culturali.
Per il raggiungimento di tale scopo, il C.D. individuerà le relative sezioni e ne nominerà i responsabili, che faranno parte del Consiglio stesso, e dovranno essere eletti dall'assemblea.

Articolo  4

CONTRIBUTI SOCIALI

Per il raggiungimento degli scopi sociali, la A.M.M. a.s.d. si avvarrà dei contributi dei Soci o di Privati o di Enti o Istituzioni che versino delle somme a titolo di "Quota Associativa Annuale" in qualità di Socio Sostenitore.

Articolo  5

PATRIMONIO

Il patrimonio è costituito dalle quote dei Soci, dalle oblazioni e sovvenzioni che in ogni caso pervengono e da tutto il materiale ricevuto per donazione o acquistato nel corso degli anni e resosi necessario per lo svolgimento di tutte le attività associative.

Articolo  6

SOCI

1)   Possono diventare Soci presso la A.M.M. a.s.d. tutti i cittadini italiani, o stranieri residenti in Italia, che richiedano di associarsi, riconoscendosi e condividendo il contenuto degli articoli 2 e 3.

2)   Il regolamento interno prevederà la suddivisione delle categorie dei Soci.

3)   Tutti i Soci avranno libero accesso a tutte le sezioni del Gruppo, alle documentazioni, ai locali di riunione, alle mostre, alle gare, alle manifestazioni, ecc.. limitatamente alla durata dell'anno solare per il quale hanno pagato la quota associativa.

4)   Eventuali prestazioni sostenute dei soci non daranno diritto a compensi di alcun genere, fatto salvo l'eventuale rimborso di spese documentate, effettuate per la A.M.M. a.s.d., previa approvazione dal C.D..

5)   Tutti i soci sono tenuti ad un comportamento di civile rispetto, non offensivo verso altri soci e verso tutte le persone che intervengono alle varie manifestazioni e/o gare sportive.

6)   Il socio s'impegna ad osservare lo Statuto e tutte le decisioni prese dal C.D. e/o nell'ambito delle Assemblee ordinaria e straordinaria.

Articolo  7

DECADENZA DELLA QUALIFICA DI SOCIO

La qualifica di Socio decade, senza diritto ad alcun rimborso delle somme in ogni modo versate, in caso di:

-   dimissioni presentate in forma scritta e decorrenza dal giorno successivo all'accettazione delle stesse da
  parte del C.D.;

-   per espulsione per gravi e comprovati motivi;

i Soci che compiano azioni, verbali e/o materiali, indisciplinate o disonorevoli o comunque siano ritenuti colpevoli di azioni non consone allo spirito della A.M.M. sono passibili di:

a)  -  ammonizione
b)
-  sospensione
c)
-  radiazione

In caso di controversia su questioni relative a diritti ed obblighi degli associati, è garantita la possibilità di poter fare riferimento al “Collegio dei Probiviri” dell’ Ente al quale eventualmente verrà chiesta l’adesione, presentando allo stesso controdeduzioni scritte e/o verbali in fase preventiva rispetto all’assunzione di qualsiasi provvedimento sanzionatorio.

Articolo  8

QUOTE ASSOCIATIVE

1)   Le quote associative verranno stabilite dal C.D. di anno in anno e presentate nel corso dell'Assemblea generale dei soci.

2)   Tutti i soci sono tenuti al pagamento della quota associativa entro 60 gg. dalla scadenza, in unica soluzione e non può essere richiesto il rimborso anche parziale in caso di dimissioni o di allontanamento.

3)   I soci Benemeriti e Onorari sono esentati dal pagamento della quota associativa.

4)   Il socio che non ritiene di rinnovare l'iscrizione alla A.M.M. a.s.d. dovrà darne comunicazione scritta o verbale al  Segretario o al Presidente senza che venga applicato nei suoi confronti alcun onere.

Articolo  9

ASSEMBLEA

1)   All'assemblea possono intervenire tutti i Soci che sono in regola con la quota sociale.

2)   Le deliberazioni dell'assemblea dei Soci, regolarmente convocata, sono prese in conformità al vigente statuto e vincolano tutti i Soci anche se non intervenuti o dissenzienti.

3)   La convocazione dovrà giungere al Socio almeno 10 gg. prima della data stabilita per l'assemblea.

4)   Le assemblee possono essere Ordinarie o Straordinarie: le une e le altre sono convocate con lettera circolare contenente l'ordine del giorno (ODG) da discutere:

   l’assemblea ordinaria discute e delibera sul bilancio sociale, sulle attività culturale e sportiva ed elegge il Consiglio Direttivo (C.D.) dell’Associazione. L’assemblea ordinaria é convocata 2 volte l’anno: la prima verso ottobre/novembre per la discussione del Preventivo per l’anno successivo e la seconda entro aprile per la discussione del Consuntivo dell’anno precedente.

     l’assemblea straordinaria viene convocata ogni qualvolta il C.D. lo ritenga opportuno e/o necessario o qualora ne sia fatta richiesta almeno dal 30% dei Soci.

Articolo  10

VOTAZIONI

1)   Tutti isoci maggiorenni, in regola con le quote associative, avranno diritto ad un voto.

2)   Tutti i soci maggiorenni, in regola con le quote associative e con almeno un anno intero di attività concreta nell'ambito dell'Associazione avranno la possibilità di candidarsi in qualità di "Socio Eleggibile" per le cariche associative del Consiglio Direttivo.

3)   Affinché le votazioni possano essere considerate valide è prescritta la presenza del 50%+1dei Soci riuniti in prima convocazione, qualunque sia il numero dei Soci in seconda convocazione; in caso contrario esse saranno ritenute valide in seconda convocazione sempre con la presenza del 50%+1dei dei Soci.

Non sono ammesse deleghe.


4)   L'assemblea dei Soci riunita in votazione sarà presieduta da un Socio eletto tra i presenti; il presidente dell'assemblea nominerà un Segretario e, se necessario, due Scrutatori scelti fra i presenti.

5)   Le votazioni su scelte di carattere ordinario verranno fatte per alzata di mano e dopo la prova e la controprova, o per appello nominale qualora ne sia stata fatta richiesta dalla metà più uno dei presenti,

6)   Le votazioni per l'elezione del Consiglio Direttivo (C.D.) e dei Revisori dei Conti verranno fatte su scheda segreta riportando le preferenze tra quei soci precedentemente candidatisi come soci eleggibili.

Articolo  11

ELEZIONI

1)   Tra tutti i Soci candidatisi quali Soci Eleggibili e votati dall'assemblea, verranno eletti a formare il Consiglio Direttivo (C.D.) i primi cinque (5) risultanti con il maggior numero di voti.

2)   Con successiva assemblea in separata sede, i cinque soci eletti provvederanno ad eleggere fra loro le Cariche Istituzionali del Direttivo che comprenderanno le funzioni di Presidente, Vice-Presidente, Segretario, Tesoriere e Consigliere.

3)   È assoluta facoltà per un membro del C.D. di accettare la carica di Tesoriere o Segretario, cariche che saranno eventualmente ridistribuite nelle figure del Presidente e/o Vice-Presidente.

4)   Il mandato elettivo dei cinque (5) membri eletti dall'assemblea per formare il C.D. avrà un validità di quattro (4) anni al termine del quale gli stessi membri saranno comunque rieleggibili.

5)   Ad ogni inizio di mandato, il C.D. nominerà due (2) Revisori dei Conti effettivi ed un (1) Revisore dei Conti Supplente i quali resteranno in carica fino allo scadere del mandato stesso ed avranno l'incarico di esaminare il bilancio sociale e riferire all'assemblea Generale dei Soci. Possono inoltre convocare il Consiglio per gravi motivi relativi alla contabilità dell'associazione.

6)   I Revisori dei Conti prestano la loro attività a titolo gratuito salvo il rimborso delle spese documentate.

7)   Se nel corso del quadriennio di mandato venissero lasciate libere per qualsiasi ragione una o più funzioni del C.D., esse saranno al più presto reintegrate dai rimanenti membri del C.D., convocato in seduta Straordinaria, con i primi soci risultati non eletti. Detta nomina sarà ratificata nella prima assemblea utile.
I nuovi componenti del C.D., così eletti, rimarranno in carica per il resto del tempo mancante, fino al termine del normale mandato quadriennale.

Articolo  12

CONSIGLIO DIRETTIVO

1)   Al Consiglio Direttivo sono demandati tutti i poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'associazione A.M.M. a.s.d. .

2)   I cinque (5) membri del C.D. prestano la loro attività a titolo gratuito, fatto salvo il rimborso delle spese documentate sostenute per l'associazione.

3)   Il Consiglio Direttivo si riunisce:

"   in seduta Ordinaria almeno 1 volta ogni bimestre o su diretta convocazione del Presidente e potranno intervenire tutti i Soci quali uditori;
"  
in seduta Ordinaria ogni fine anno, prima dell’ assemblea generale dei Soci, sia per l’esame del Preventivo, sia per determinare le quote sociali del nuovo anno;
"
 in riunione Straordinaria se il Presidente e/o il Vice Presidente lo ritengano necessario o se almeno 3 membri del C.D. ne facciano richiesta scritta e motivata al Presidente stesso.

4)   Le sedute del C.D. sono valide se vi partecipa la metà più uno dei membri del C.D. in carica.

5)   Un membro del C.D. che per tre volte consecutive non intervenga alle riunioni del Consiglio senza giustificato motivo verrà dichiarato decaduto e si provvederà alla sua sostituzione.

6)   Qualora un membro del C.D. intenda dimettersi per qualsiasi ragione, dovrà farlo a mezzo lettera raccomandata indirizzata al Presidente.

7)   La A.M.M. a.s.d. nei confronti dei terzi ed in giudizio è rappresentata legalmente in prima istanza dal Presidente, in sua assenza dal Vice Presidente, in assenza di entrambi dal Segretario.

Articolo  13

DELIBERAZIONI

1)   Le deliberazioni prese dall'Assemblea dei Soci dovranno essere a maggioranza assoluta dei voti.

2)   Le deliberazioni del Consiglio Direttivo avranno validità con la presenza effettiva della maggioranza dei membri del C.D. ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

3)   Le deliberazioni che implicheranno una qualsiasi modifica allo Statuto Sociale, saranno valide solo con l'intervento dei 3/4 dei Soci e con un quorum minimo di voti pari al 75% dei votanti.

4)   Nel caso si verifichi una situazione di parità durante un qualsiasi deliberazione, risulterà di prevalenza il voto del Presidente, in sua assenza il voto del Vice Presidente e, in assenza di entrambi, il voto del Segretario.

5)   Le deliberazioni assembleari saranno pubblicizzate con affissione sull'albo sociale.

Articolo  14

DURATA DELL'ESERCIZIO

1)   L'esercizio sociale si chiude ogni anno al 31 dicembre.

2)   Il Consiglio Direttivo, con il concorso dei Revisori, compila il rendiconto economico e finanziario sociale per sottoporlo all'Assemblea Generale dei Soci entro il mese di Aprile dell'anno successivo per la relativa approvazione.

3)   Gli eventuali avanzi netti d'ogni esercizio sono passati ad un fondo di riserva speciale, che non potrà essere in alcun modo distribuito, anche in maniera indiretta, come pure i fondi di dotazione e riserve.

Articolo  15

SCIOGLIMENTO DELL'ASSOCIAZIONE

1)   Lo scioglimento dell'Associazione potrà avere luogo su proposta del C.D. per delibera dell'assemblea generale straordinaria e con il voto favorevole di 3/4 dei Soci.

2)   L'assemblea stessa, deliberando lo scioglimento dell'Associazione, dovrà nominare una commissione liquidatrice composta di tre (3) membri, scelti tra i Soci presenti, con il preciso mandato di controllo e verifica affinché tutti i residui di cassa ed il patrimonio societario siano devoluti in toto ad altra/e Associazione/i in essere e con attività almeno biennale che abbia/abbiano finalità analoghe alla A.M.M. a.s.d. e fini di pubblica utilità ai sensi delle leggi vigenti.

Articolo  16

RIFERIMENTI DI LEGGE

Per tutto quanto non espressamente indicato e previsto negli Articoli del presente Statuto, si fa riferimento al Codice Civile vigente.




Torna ai contenuti